"HAMBURGER? CARNE?" "NO, GRAZIE!"



(immagini: due diverse locandine per il film Fast Food Nation)
Oggi doppio articolo.
Il primo, per rimanere in tema con ieri, parla di hamburger, fast food, alimentazione.
Vi consiglio di vedere il film Fast Food Nation di Richard Linklater, passato purtoppo inosservato qui in Italia.
L'ho trovato molto interessante e credo possa aiutare a capire un po' quello che a volte mettiamo nello stomaco (beh, io no, visto che non mangio carne!) e quello che c'è dietro all'industria alimentare (cosa davvero poco nota ai più, purtroppo!) . (Attenzione: alcune scene possono essere forti e dure da digerire!)
Io mi leggerò anche l'omonimo libro-inchiesta di Eric Schlosser.

6 commenti:

giardigno65 ha detto...

vero, terribile !

Zays ha detto...

Ciao Ale! io ho visto il film mi è sembrato molto "soft" in confronto a quello che accade veramente! mi è piaciuto anche perchè partecipa una attrice messicana molto famosa da noi: la Talancòn e mi ha fatto piacere vederla in un film americano, sai qui in Italia per fortuna non siete molto pressi dai fast food in fatti il servizio al Mc'donalds è pessimo, in America a dirittura se il tuo ordine non è pronto in meno di 5 minuti è free!!
in riguardo al cibo estendiamo un velo pietoso su quello che mandiamo giù!

alessandra c. ha detto...

infatti il film non è certo come un documentario vero... quelli sì che fanno venire i brividi...
è molto soft nei confronti della realtà eppure molti lo trovano cruento...
comunque per chi non conosce l'argomento, per chi è un "principiante" in materia, può essere un buon "inizio"...
io credo ci voglia informazione ed anche il coraggio di voler essere informati... poi ognuno scelga cosa ritiene meglio!
;)

Drewes ha detto...

Ti consiglio "Supersize me", che invece è un documentario vero. Ti avverto che è allarmante.
Da quando l'ho visto, non sono andato una sola volta in un fast food (prima non ero comunque un cliente fisso).

P.S. Mi hai cancellato dai blog preferiti? :-)

Federico ha detto...

Il libro l'ho letto diverso tempo fa, davvero impressionante :\ ... .

Spero che il film aiuti a diffondere più efficacemente il messaggio nel nostro paese, che non ama tantissimo la lettura (e molto ingozzarsi di cibo di pessima qualità purtroppo!).

Adottare una scelta "responsabile" in campo alimentare non è soltanto un modo per vivere meglio, ma secondo me un dovere nei confronti dei nostri simili e del pianeta su cui viviamo ormai.

http://www.bear79.net/blog/?p=823

Ciao!

alessandra c. ha detto...

per Drewes: guarderò anche Supersize me... non ti preoccupare per me... io ne ho visti molti di documentari, anche molto duri, come Earthlings (c'è il link del filmato sul mio blog sulla colonna di destra, verso il fondo della pagina)... sai, io sono vegetariana, e lo sono diventata da poco... ho passato un lungo periodo ad informarmi su molte cose, mi sono documentata, insomma... per mia cultura e informazione, ma anche per essere pronta a rispondere alle mille domande che la gente (spesso disinformata) ti pone sulla questione del perchè sono vegetariana... tutti credono che sia solo una cosa etica...e lo è, ma non è solo questo... in realtà io mi prodigo per spiegare che ci sono tanti motivi: sociali, economici, salutistici, ambientali... ma quanta fatica per farmi capire!!! però non demordo!!! ;)

per Federico: non lo dire a me... di scelte responsabili continuo a farne sempre più e ogni giorno... certo, è dura diffondere il "messaggio"... ma io ci credo molto in quello che faccio e credo sia la scelta giusta... mi fa' sentire bene con me, gli altri, il mondo... sembra retorica spicciola, ma è così!
Quasi quasi potrei aprire un blog sull'argomento... ci mediterò... un abbraccio.